Dolci-16 - AA

Cerca
Vai ai contenuti

Menu principale:

TORTA MIMOSA
Ingredienti:
Per pan di spagna
Uova 3 tuorlo + albume
Farina 100 g
Zucchero 100 g

Per guarnizione:
Crema pasticcera (la trovate nelle ricette basi del sito)
Panna fresca 500 ml
Ananas sciroppata 300 g
Fragole 300 g
Liquore dolce
Gocce di cioccolata 250 g
Zucchero a velo vanigliato 150g


Per il Pan di Spagna prendete le uova e mettetele in un pentola con lo zucchero, amalgamate lentamente con una frusta fino ad arrivare ad una temperatura di circa 40/45 gradi. Una volta eseguita questa fase versate il contenuto nel vostro robot di cucina dove avrete installato la frusta per dolci. Attenzione adesso, questa è una fase molto delicata quindi cominciate a far montare il composto ad una velocità non troppo elevata. Ci vorranno circa 10 minuti per far montare le uova con lo zucchero che alla fine risulterà essere un composto molto spumoso e diventato molto chiaro.
A questo punto versateci dentro la farina setacciata ma sempre a piccoli dosi e amalgamando molto delicatamente per non far smontare l’impasto. Vi consiglio una spatola usandola dal basso verso l’alto. Fate attenzione anche a questa fase che è molto delicata e tutto dipende dalla vostra bravura e dolcezza nel condurre l’operazione.
Una volta fatto ciò prendete una teglia antiaderente, imburratela e poi spargete all’interno un filo di farina. Versateci ora l’impasto e mettete in forno preriscaldato a 185 gradi per una ventina di minuti.
Altra considerazione e attenzione, essendo un dolce che non prevede l’uso di lievitanti non aprire mai il forno per non causare e scusate il termine l’afflosciamento del pan di spagna.
OK, Pan di Spagna fatto, fate raffreddare per bene per circa 2 ore.
Ora passiamo alla preparazione della Mimosa.
Una volta bella fredda prendete la torta e fatela a dischi non più alti di un centimetro e mezzo, questo per rendere la mimosa meno secca quando la mangerete e quindi più umida al palato.
Ricordate che un disco dovrete lasciarlo  e metterlo da parte per fare la decorazione finale in cima alla torta.
Torniamo un attimo indietro, dopo aver preparato la crema pasticcera amalgamatela alla panna fresca che avrete montato e resa molto spumosa. Anche qui fate attenzione a non montarla troppo, più volte mi sono trovato davanti ad un panetto di burro, succede anche ai maestri!!!!
Il composto che avrete ottenuto dovrà essere bello sodo e non troppo liquido. Orta prendete il primo disco della torta poggiatelo sopra un piatto da torta e versateci sopra del liquore dolce (ma non troppo alcolico) allungato con un po' del succo della scatola dell’ananas sciroppata. Versatevi sopra parte del composto della crema mischiata con la panna e aggiungete delle gocce di cioccolata e delle fettine fini di fragola. Coprite con il secondo disco, stessa cosa inumidite il pan di spagna e versateci sopra dell’altro composto di crema e panna, alcune gocce di cioccolata e questa volta delle fette di ananas un po' più fine di quelle già trovate nel barattolo. Altro disco stesso procedimento. Alla fine versate tutto il resto della crema sopra la torta  e intorno. Prendete l’ultimo disco che vi avevo detto di mettere da parte, ponetelo sopra un tagliere e fatelo tutto a cubetti molto piccoli, per mia esperienza usate un coltello molto affilato e non a seghetta.
Versate ora tutti i cubetti sopra all’ultimo strato di crema e panna, vedrete che la collosità della panna e crema farà attaccare i cubetti perfettamente sia sopra che intorno.
Per finire prendete uno spargi zucchero a velo e abbondate sopra i cubetti.
Mettete in frigo per circa 2 ore.
Non ve lo devo dire vero? Lo sapete, giusto? Comunque ve lo rammento, tutte le torte ma soprattutto quelle come la mimosa che sono aperte sopra assorbono molto gli odori del frigo, quindi se dentro avete la peperonata rischiate di dare un altro forte sapore alla torta, quindi fate molta attenzione.
Ed ora assaggiate questa squisitezza. Ciao a tutti
P.S.
Per una lavoro più pulito e bello a vedersi si consiglia di togliere tutta la parte marrone intorno al pan di spagna e anche sopra.

 
Torna ai contenuti | Torna al menu